Atlas Concorde Shoowroom - Fiorano Modenese (MO)

Prestazioni tecnologiche che formalizzano concept e idee dei progettisti

I PROGETTISTI SEGNANO E CONFORMANO IL TERRITORIO CIRCOSTANTE CON I PROGETTI, NOI FORNIAMO LORO GLI STRUMENTI MATERICI IN CHIAVE GREEN DI QUESTA TRASFORMAZIONE

Scheda progetto

ATLAS CONCORDE SHOWROOM
FIORANO (MO)

COMMITTENTE
Atlas Concorde

PROGETTISTI ARCHITETTONICI
Arch. Guglielmorenzi, arch. Barbara Fontana 

PROGETTISTI DEL PAESAGGIO
Marcella Minelli (Dottore agronomo)

IMPRESA INSTALLATRICE SISTEMA HARPO VERDEPENSILE
Righi project Green S.r.l. Vivai Pellacani

ANNO
2017

SISTEMA HARPO VERDEPENSILE
Estensivo ornamentale ad arbusti su piano inclinato 

Approfondimenti

Sistemi utilizzati

Il progetto prevede la realizzazione di uno spazio di rappresentanza dove svolgere incontri, presentazioni ed eventi aziendali. L’area d’intervento è all’interno di un parco che si è sviluppato nel tempo intorno ad una villa storica nelle campagne del Fiorano Modenese. 

L’obiettivo dei progettisti è stato quello di creare un padiglione in simbiosi con la natura circostante del parco, che rappresentasse appunto l’etica della committenza, l’azienda produttrice di ceramiche concorde di Fiorano Modenese.

Un punto di forza è stato il dialogo fin dalle prime fasi di lavoro tra progettisti e paesaggisti, aspetto non scontato, che ha portato a conoscenza tutti gli attori convolti nella progettazione a conoscere obiettivi e requisiti comuni di progetto.

La costruzione del manufatto, quasi tutto prefabbricato è caratterizzato dalla copertura a forma organica che “nasce” dal terreno e costituisce di fatto una continuità tra ambiente circostante e nuova costruzione.

Per via della scelta di spessore di 40 cm di substrato in copertura da parte del paesaggista, questo progetto assume particolare importanza per i temi di controllo della capacità drenante e di gestione delle acque meteoriche, a cui i sistemi a norma Harpo hanno risposto in modo egregio, alle esigenze dei progettisti con prestazioni specifiche. 

Lo spessore consistente di substrato ha dato possibilità alla paesaggista Marcella Minelli di utilizzare una notevole varietà di essenze arboree. Questo, oltre a dare un considerevole beneficio termico allo showroom, conferisce un effetto scenico di armonia tra natura e artificio.